DES Parma

DES Parma - Distretto di Economia Solidale APS

Il progetto del Distretto di Economia Solidale (DES) del territorio parmense nasce da una vasta rete di associazioni che dal 2003 lavora sul consumo critico e l’Economia Solidale (ES), e i gruppi di acquisto solidale (Gas) che decidono di lavorare insieme per valorizzare e promuovere pratiche di economia solidale fondate sulle relazioni fiduciarie e solidali fra i soggetti della comunità.
Il progetto formalmente prende avvio nel 2007, con un tavolo costituito dai Gas e dalle organizzazioni che partecipano al progetto Semi di Futuro in collaborazione con Forum Solidarietà e col sostegno dell’Assessorato Politiche Sociali della Provincia. Si redige la carta dei principi del parmense, si redige la pubblicazione Economia Solidale in rete a Parma e provincia si organizzano iniziative pubbliche finalizzate a promuovere presso la cittadinanza i contenuti e la filosofia del DES, si supporta sul territorio l’avvio di Gas aderenti ai principi dell’ES (che passano da un numero di 10 a 34 dal 2007 ad oggi, circa un migliaio i nuclei famigliari coinvolti).
Nel settembre del 2008 nasce quindi l’associazione Verso il Distretto di Economia Solidale del territorio parmense, che nel 2019 con la riforma del terzo settore si decide di rinominare, Associazione DES Parma – Distretto di Economia Solidale – APS, costituita da diversi soci fondatori, fra Gas, produttori, persone fisiche, associazioni, cooperative sociali, cui via via si aggiungono altre realtà. Al DES sono infatti legati anche molti produttori che da tempo forniscono beni ai Gas e con cui si intrattengono relazioni anche di contenuto e pensiero.
La forte connessione fra i Gas locali, animati dall’intenzione di interloquire in modo propositivo e coordinato con la cittadinanza e dalla necessità di maturare competenze nel muoversi insieme su alcuni passaggi concreti tipici dell’economia solidale, porta all’avvio dei tavoli InterGAS come strumento di confronto e di lavoro coordinato fra i diversi gas del territorio relativamente agli ordini, agli acquisti e ai progetti da sostenere. Nasce col tempo la piattaforma di ordini gasaperto condivisa tra tutti i Gas per ordini comuni o dei singoli gruppi autonomamente, che viene gestita professionalmente col contributo dei Gas che provvedono con una quota annuale dentro la quota associativa del Distretto.
DES Parma partecipa attivamente alla vita dell’ES nazionale e regionale, tramite la presenza costante nel Creser, e dentro Co-Energia di cui è socio; in ambito locale è da sempre legata al Festival Kuminda e a tante associazioni con cui collabora. DES Parma trova un supporto organizzativo in Forum Solidarietà, ora CSV Emilia, Centro Servizi per il Volontariato di Parma.
Nel 2013/14 con una grande coinvolgimento di partecipanti DES Parma si fa organizzatore di INES 2014 (Incontro Nazionale di ES), realizzatosi in maggio 2014, bellissimo momento di condivisione a diversi livelli.
Nel 2013 prende l’avvio un percorso condiviso con molti produttori per la realizzazione di un Sistema di Garanzia Partecipata (SGP), che porta alla realizzazione di un protocollo sui principi, le prime schede tecniche e la partecipazione di un primo nucleo di visite e relativa creazione di un gruppo di produttori certificati (circa 15). Un secondo momento molto importante è legato alla nascita di Mercatiamo (segui anche https://www.facebook.com/mercatiamo), mercato biologico locale, che oltre alla certificazione biologica dei propri produttori partecipanti si avvale della garanzia partecipata in sostituzione e/o integrazione della certificazione stessa, con la volontà di creare un mercato dove i produttori si possano concepire come comunità. In questa seconda fase vengono realizzate molte altre schede specifiche su molte tipologia di produzione e l’integrazione di altrettanti produttori nella rete SGP del DES; negli anni a seguire fino a quest’anno sono stati visitati altri nuovi produttori e nel 2020 è stato messo in cantiere un nuovo giro di visite corposo, anche grazie alla nuova collaborazione con Oltrefood e la conoscenza di nuovi produttori.

Tipologia:
DES o rete locale
Tipo di segnalazione:
segnalato
GLT:
Sistemi di scambio locale
Sistemi locali di garanzia partecipata
Provincia:
Parma
Regione:
Emilia-Romagna
Indirizzo:

via Bandini, 6
43100 Parma PR
Italia

DES Reggio Emilia eser 23/03/2020
Tipologia:
DES o rete locale
Tipo di segnalazione:
segnalato
GLT:
Sovranità alimentare
Sistemi locali di garanzia partecipata
Provincia:
Reggio Emilia
Regione:
Emilia-Romagna
Indirizzo:

Via Ritorni, 3
Reggio Emilia RE
Italia

DES Tacum

La Cooperativa Sociale DES Tacum nasce nel luglio 2011 come risultante di un progetto di ricerca realizzato sul territorio piacentino in collaborazione con le Istituzioni locali, l'associazionismo e le Università.
L’obiettivo è promuovere una visione integrata del territorio, che valorizzi l'elemento umano e relazionale, muovendosi però all'interno di dinamiche prettamente economiche ed efficienti, nella convinzione che un'Economia Solidale, incentrata sulle relazioni invece che sul solo profitto, sia alla base delle scelte future che le società civili dovranno assumere.
Crediamo fermamente che tutte le ricadute possibili - economiche, lavorative, sociali, relazionali, ambientali, turistiche, alimentari ...- compongano la ricchezza completa di un territorio.
Pertanto abbiamo deciso di mettere le nostre competenze cooperative, gestionali, commerciali, informatiche, al servizio di un'esperienza, quella del Distretto di Economia Solidale, tutta da costruire insieme.
Al momento della nascita di DES Tacum, la forma scelta è stata quella di Cooperativa Sociale, in modo che la valorizzazione dell’elemento umano e relazionale si sostanziasse anche nella creazione di posti di lavoro per persone “svantaggiate” (ex legge 381/91).

Attività
DES Tacum è il fulcro operativo dell'offerta dei servizi pensati per sostenere lo sviluppo del Distretto di Economia Solidale.
I primi destinatari dei servizi di DES Tacum sono stati i Gruppi di Acquisto Solidali (Gas); per i “gasisti” e anche per chi non avesse un Gas di riferimento ma intendesse “farsi le ossa” e approfondire la proposta dell’Economia Solidale, si propone ogni settimana (al mercoledì pomeriggio) la possibilità di gustare un aperitivo a km zero, con i prodotti dei nostri amici agricoltori piacentini attenti alla qualità e anche alla dimensione etica.
L’attività di Des Tacum si è poi sviluppata nell’ambito di Riduzione, Riuso, Riciclo e Recupero, ossia le “4 R” della cosiddetta Economia Circolare. Coerentemente ad un contrasto allo spreco alimentare, è iniziato così un progetto di contrasto allo spreco di mobili e arredi usati. Prima in collaborazione con Comune di Piacenza, Acer Piacenza e Iren, poi con la Caritas Diocesana, infine con l’apertura di un Emporio indipendente, DES Tacum ha quindi dato vita ad un circuito che prevede azioni di ritiro del mobilio usato presso uffici, aziende e abitazioni private, la raccolta differenziata dei beni non recuperabili, la sistemazione e rimessa in circolo degli oggetti riportati a nuova vita. I servizi offerti variano poi da azioni di pulizia a veri e propri traslochi, effettuati anche con apposita piattaforma. Nell’ambito di contrasto allo spreco di mobili e arredi usati è nato così l’Emporio Grovigli, situato in via Croce Rossa 3, zona S. Lazzaro.
DES Tacum gestisce anche Il centro di Educazione Ambientale-Infoambiente del Comune di Piacenza. Il Centro si rivolge a tutti i cittadini e in particolare alle scuole, promuovendo laboratori, momenti di formazione, manifestazioni e iniziative tematiche, realizzando anche materiale didattico; si occupa di consulenze e approfondimenti sui temi riguardanti la Sostenibilità attraverso la realizzazione di progetti e momenti di sensibilizzazione e informazione.
Il nostro atteggiamento è quindi quello di raccogliere le sfide dell’attualità, una società che ci parla di inte(g)razione con i migranti non può non riflettersi in un’esperienza come la nostra: accanto ai cosiddetti svantaggiati inviatici dal centro di salute mentale e dall’Uepe (Ufficio di esecuzione penale esterna) e ai cosiddetti normodotati lavorano infatti con noi anche tirocinanti inviati dal progetto Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati).

Tipologia:
DES o rete locale
Tipo di segnalazione:
segnalato
Tipo di società:
Cooperativa Sociale
Temi:
Sovranità alimentare
GLT:
Sovranità alimentare
Sistemi locali di garanzia partecipata
Provincia:
Piacenza
Regione:
Emilia-Romagna
Telefono:
05231495522
Indirizzo:

via Croce Rossa, 3
Piacenza PC
Italia

Gas Filò

Il Gas Filò di Parma è un Gas informale nato alla fine del 2010 dalla gemmazione di una decina di famiglie da un altro Gas cittadino per poter continuare ad accogliere nuovi gasisti.
La scelta del nome Filò è stata fatta insieme, tenendo conto di alcuni elementi per noi alla base del fare Gas: le relazioni e la solidarietà tra noi ed i produttori, il fare comunità insieme, condividere.
Ci è piaciuto a tutti questo nome: fare Filò è un’antica usanza del mondo contadino dove nelle sere d’autunno e d’inverno, complici le case umide e la legna che non bastava mai, le stalle diventavano luoghi di ritrovo familiare e sociale, insieme si parlava, raccontandosi le gioie e i problemi della vita di ogni giorno.
Oggi, siamo circa una ventina di famiglie, localizzate nei quartieri Cittadella e Lubiana di Parma. La vicinanza fra noi è una scelta fatta fin dall’inizio, proprio per facilitarci le relazioni, gli scambi e la vita del Gas.
Quando una nuova famiglia ci chiede di entrare a far parte del Gas, normalmente uno di noi la incontra una sera andandola a trovare nella loro casa per una prima conoscenza reciproca: la famiglia si racconta, le viene presentato chi siamo e come funzioniamo, si parla insieme di Gas e di economia solidale. Dopo questo incontro la famiglia, se conferma il suo interesse, viene presentata alla riunione successiva del Gas entrandone a far parte.
Nel tempo siamo andati a visitare alcuni nostri produttori e nei nostri incontri organizziamo i nostri acquisti, o quali prodotti nuovi ricercare, alle volte incontriamo un produttore o ci confrontiamo su tematiche etiche. La parte conclusiva del nostro incontro è sempre lasciata ad un piacevole “filò”: un momento conviviale di conversazione e relazione, fra assaggi di torte, tisane e vino!
Ci siamo organizzati calendarizzando i nostri ordini in modo da facilitare gli acquisti e le pianificazioni delle proprie scorte. Per ogni produttore abbiamo definito un referente che gestisce con autonomia gli ordini e mantiene la relazione diretta con il fornitore. Per la gestione della vita del Gas (ordini, notizie, ecc.) utilizziamo un software (GasAperto) messoci a disposizione dal DES Parma e una chat del Gas con whatsapp che ci aiuta nelle fasi di consegna e richieste di informazione o aiuto. La maggior parte dei gasisti ha un ruolo attivo, dal fare il referente di un prodotto, a dare una mano nella distribuzione o nei trasporti, ad aprire la propria casa per ospitare gli incontri.
La difficoltà maggiore che abbiamo è nella partecipazione sia agli incontri che agli ordini, che complice anche gli attuali ritmi di vita, non è alta.
Partecipiamo attivamente al DES Parma, di cui siamo associati sin dalla nostra nascita, attraverso il nostro coordinatore che abbiamo delegato a partecipare e far parte del Consiglio.
Aderiamo al Forum dell’Economia Solidale istituito dalla Regione Emilia Romagna in attuazione della Legge Regionale 19/2014, con due gasisti delegati formalmente a partecipare al GdL sul consumo critico e la promozione delle reti di economia solidale.

Tipologia:
Gas
Tipo di segnalazione:
segnalato
GLT:
Promozione economia solidale e reti di economia solidale
Provincia:
Parma
Regione:
Emilia-Romagna
Indirizzo:

Cittadella
Parma PR
Italia