La strategia delle reti

Author: redazione / Date: Ven, 01/01/2010 - 11:26 / Tags:

La strategia proposta intende partire dalle realtà di economia solidale che già esistono per collegarle attraverso la tessitura di reti in cui circolano informazioni, valori, beni e servizi.

L'obiettivo è di raggiungere il massimo livello possibile di benvivere per tutti. Il concetto di ben vivere ("buen vivir") è emerso in Sud America nei primi anni duemila, ed è una risposta alle tradizionali strategie di sviluppo e ai loro negativi effetti sociali e sull'ambiente, e tende invece a un benessere collettivo in senso ampio.

Le reti si caratterizzano per la vocazione a ridare senso e significato a processi di economia sul territorio organizzando rapporti stabili e fiduciari tra chi produce e chi consuma.

Si rivolgono a tutti i settori dell'economia e hanno come obiettivo primario la creazione di spazi economici attenti al territorio, ai beni comuni, e quant'altro serva a favorire un benessere diffuso.

All'interno delle reti i cittadini, i Gas, i produttori di beni, i fornitori di servizi e le associazioni trovano un ambiente favorevole a coltivare le forme di un'economia e di una società basate sulla collaborazione solidale.

La scelta della strategia delle reti è stata molto importante per la nascita della Res, perchè ha significato un salto di impegno per i gruppi di acquisto solidale e la loro uscita da una prospettiva troppo legata alla dimensione locale.

La strategia delle reti mette insieme locale, nazionale, globale. La possibilità e la necessità di creare collegamenti e sinergie mette i gruppi di acquisto solidale, e i distretti solidali, in grado di affrontare la sfida della costruzione di un'economia solidale, sia nel proprio territorio, che agendo all'interno di una logica nazionale e globale.

Questo senza costuire una struttura organizzativa codificata, ma creando invece ecosistemi su diverse dimensioni che collaborano e si intersecano tra di loro.
 

SCARICA

LINK UTILI

Iscriviti alle mailing list.