DES

I distretti di economia solidale (DES) sono i nuclei di base sui quali si fonda la strategia delle reti proposta dalla RES italiana.
I DES sono reti locali di economia solidale. Collegano le realtà di economia solidale di un territorio, e quindi Gas, produttori e fornitori, associazioni, in circuiti di idee, informazioni, prodotti e servizi.
A partire dalla proposta della Carta RES
, diversi territori stanno sperimentando questa prospettiva.
Attualmente in Italia sono attivi circa una quindicina di DES.
Consulta l'elenco dei DES presenti su sutto il territorio nazionale.
L'obiettivo dei DES locali non è quello di creare una struttura territoriale della RES, e quindi dipendente dal centro, ma nella prospettiva della strategia delle reti il fine è quello di favorire la nascita di circuiti di scambio di informazioni, servizi, prodotti, conoscenze.

 

Parco Agricolo Sud Milano

Author: redazione / Date: Dom, 13/09/2015 - 18:34 / Tags:

Un grande semianello dall’Adda al Ticino, comprendente 61 comuni a prevalente vocazione agricola. Un polmone verde che avrebbe dovuto riequilibrare il rapporto tra una metropoli come Milano e la campagna salvando marcite, fontanili e cascine.

Dai Gas/DES agli orti collettivi

Author: redazione / Date: Lun, 22/12/2014 - 08:15 / Tags:

Come risposta alla crisi attuale, gli orti collettivi appaiono più convincenti rispetto ai gruppi di acquisto solidale, di cui sembrano ereditare quasi tutti i pregi, ma non i limiti. Il movimento degli orti pare essere più corazzato dei Gas per resistere all’omeostasi, lo strumento di mimesi che il sistema neoliberista usa per combattere i propri nemici. Il caso di Verona.

Un'economia nuova, dai Gas alla zeta

Questo libro è un sequel, che continua la saga iniziata con "Il capitale delle relazioni"; tra le sue pagine possiamo vedere come in Italia moltissime persone si stiano organizzando per fronteggiare la crisi senza rinunciare ai valori e al benvivere.

Fiocco verde: è nato un altro Des

Author: redazione / Date: Gio, 02/01/2014 - 21:39 / Tags:

Nei Distretti di Economia Solidale (Des) non ci sono “consumatori” e “clienti” ma cittadini che determinano la qualità, la quantità e la modalità delle relazioni e dunque delle produzioni. Il mercato, il luogo centrale del conflitto tra interessi contrapposti, si rovescia così nel luogo della relazione cooperante e competente tra produttori e consumatori.

Pagine

Iscriviti alle mailing list.