Costruire economie solidali

Author: redazione / Date: Ven, 09/04/2004 - 01:00 / Tags:

Come spesso accade per i libri editi dalla EMI, questo lavoro, frutto di una passione ormai decennale dell’autore per le economie solidali, consente ai lettori profani del tema di immergervisi dentro senza scottarsi... imparare velocemente a nuotare, e uscirne impregnati di una volontà di usare le conoscenze appena acquisite nella vita di tutti giorni: in ambito familiare così come lavorativo, nelle comunità locali e fra comunità diverse.

Per questo il sottotitolo recita “un percorso a quattro livelli”. E davvero questo testo ci fornisce gli stimoli e gli strumenti adatti a costruire, nei diversi ambiti di cui sopra, delle forme di economia solidale: quando siamo turisti e quando siamo attivisti, quando compriamo e quando investiamo, quando costruiamo reti e quando ci aiutiamo.
Saroldi usa la metafora del gioco per guidare il lettore alla scoperta di una realtà – quella delle economie alternative – nascosta agli occhi dei più solo da un velo sottile, una realtà che brulica di energie e opportunità, e che ha davvero bisogno di pubblicità; esiste un immenso bacino di utenza che vorrebbe ridefinire le proprie scelte a livello economico e finalmente esistono delle opzioni diverse, solidali per l’uomo e per l’ambiente. Questo libro (dal prezzo solidale) si presenta come un ponte prezioso tra queste due realtà.
L’obiettivo che si pone l’autore è presentare le istruzioni per costruire, dal basso, un’economia che sia a misura d’uomo e sostenibile: un’economia, quindi per il benessere di tutti.

Andrea Saroldi, "Costruire economie solidali – un percorso a 4 livelli", EMI 2003.

Recensione di Filippo Laurenti su ".eco, l'educazione sostenibile", gennaio 2004.

Categoria: 
Fonte: